6+ Years Trustworthy A/V Pro Brand

DisplayPort a HDMI: ho bisogno di un cavo DisplayPort attivo?

Quando scegli prodotti correlati a DisplayPort su Amazon, puoi visualizzare questi punti elenco come segue: "Attivo Cavo da DisplayPort a HDMI"? Attivo? Quindi ci sarebbero cavi inattivi, goffi o noiosi da vendere?  

 

 

Beh, non c'è un cavo inattivo, goffo o noioso, ma piuttosto un cavo PASSIVO. Allora che cos'è un cavo attivo e un cavo passivo? Come faccio a sapere se ho bisogno di un cavo DisplayPort attivo o passivo? Come faccio a sceglierne uno che soddisfi davvero le mie esigenze?  

Prima di approfondire il contenuto di questo articolo, discuteremo ampiamente di cosa sia un attivo Cavo DisplayPort è e cos'è un passivo cavo DisplayPort . Quindi, dopo la nostra analisi approfondita, ti daremo il nostro verdetto finale e ti aiuteremo a determinare quale è giusto per te.  

  

Cosa lo rende attivo o passivo?  

In generale, diremmo che è per la presenza di un chip semiconduttore. Esistono due tipi di chip, per una migliore comprensione, puoi chiamarli chip attivi e chip passivi. Un Cavo DisplayPort può essere semplicemente suddiviso nelle seguenti situazioni:  

 

 

Ovviamente c'è la possibilità di non dover utilizzare un chip. Perché abbiamo bisogno di quel chip in più? È un espediente inventato dai tuoi produttori senza scrupoli che vogliono fare più soldi?!

 

Perché abbiamo bisogno che sia attivo? Oppure quali sono i vantaggi del chip attivo? 

Certo che no. Deve essere chiaro che ACTIVE è un concetto apparso solo dopo l'avvento del 4K. Rispetto alla precedente generazione di 1080p, le prestazioni richieste per ottenere la risoluzione 4K sono state migliorate molte volte.  

Se un cavo in rame deve ottenere una trasmissione video 4K a 60 Hz, la qualità del cavo dovrebbe essere maggiore e la lunghezza dovrebbe essere limitata. Le caratteristiche fisiche dei cavi in ​​rame sono destinate a perdere segnali durante la trasmissione e gli esperti di intelligence devono trovare un modo per compensare le perdite. 

 

 

I tuoi compagni di classe di fisica ti diranno che puoi aumentare le prestazioni dei cavi in ​​rame rendendoli più spessi. Alla stessa lunghezza, il cavo di rame può trasmettere più segnali, il che è positivo. Anche se si verifica una perdita di segnale durante il processo di trasmissione, il segnale trasmesso correttamente alla fine può comunque soddisfare i requisiti per ottenere una risoluzione 4K. 

In effetti, è proprio così, dieci punti a Grifondoro. Tuttavia: il cavo di rame sarebbe troppo spesso per essere piegato e riposto. Inoltre, potrebbe essere troppo pesante quando si collega ai display. Suona male? 

È qui che entra in gioco il chip attivo. Questo piccolo chip semiconduttore può facilmente aiutare ad amplificare un segnale. Il segnale si perde anche durante la trasmissione (del resto le caratteristiche fisiche dei cavi in ​​rame non possono essere eliminate), ma amplificando il segnale residuo può soddisfare anche le esigenze degli utenti.

 

 

Detto questo, abbiamo introdotto una funzione chiave del chip attivo, la funzione di amplificazione del segnale per l'attenuazione del segnale nelle situazioni a lunga distanza.  

In effetti, il chip ha un'altra funzione di base, la funzione di conversione del segnale.  

Esistono un certo numero di interfacce diverse nel mondo, come DisplayPort, HDMI, DVI e così via.Intuito semplicemente, interfacce diverse possono significare metodi di trasmissione diversi, come il trasporto terrestre o marittimo. Devi passare da un veicolo all'altro su entrambi i canali. Allo stesso modo, se vogliamo passare da DisplayPort a HDMI, abbiamo bisogno di quella funzione di conversione.

 

 

Per riassumere, perché abbiamo bisogno di un chip attivo? 

  1. Vogliamo che amplifichi il segnale. 
  2. Speriamo che possa conversare il segnale.  

 

Quando scegliere un cavo attivo? 

Sebbene abbiamo elogiato i cavi DisplayPort attivi per così tanto tempo, ciò non significa che l'attivo sia migliore del passivo. Possiamo solo dire che in quali circostanze, l'attivo ha un vantaggio sul passivo.  

Ad esempio, i cavi DisplayPort attivi possono aiutare con scenari di utilizzo più complessi, come l'home theater, dove la trasmissione video 4k@60Hz è un must e normalmente richiede un cavo più lungo per configurazioni complesse. 

 

 

Quindi come scegli i cavi attivi o passivi? Tutto dipende dalle tue esigenze personali. Dai un'occhiata all'elenco seguente: 

  1. Vuoi che la risoluzione finale e la frequenza di aggiornamento siano almeno 4K a 60 Hz? 
  2. Hai bisogno di un cavo lunghissimo? (home theater, layout della sala riunioni dell'ufficio, layout del centro commerciale e così via) 
  3. Devi collegare due interfacce diverse (normalmente parlando)? 

Se rispondi sì a una o due domande, vai avanti e scegli cavi DisplayPort attivi! 

Certo, non siamo uomini d'affari astuti. Per i prodotti iVANKY c'è una piccola differenza di prezzo tra attivi e passivi: 

  1. La fibra ottica o il cavo in rame attivo di oltre 10 m ti costeranno più denaro. 
  2. Per prodotti entro 10 m, la differenza di prezzo tra attivi e passivi non è grande. 

 

Ho bisogno di un cavo DisplayPort attivo o di un adattatore DisplayPort attivo? 

Con la spiegazione precedente, ora capisci la differenza tra l'attivo e il passivo. Ma dovresti scegliere un cavo o un adattatore? 

Prendiamo come esempio il cavo iVANKY DisplayPort a HDMI/l'adattatore. La più grande differenza tra questi due è la differenza morfologica sull'estremità HDMI. 

Se hai già un cavo HDMI, puoi scegliere l'adattatore attivo e, indipendentemente dalla lunghezza del tuo cavo HDMI, puoi ottenere un miglioramento del segnale, che è davvero eccezionale, giusto ? 

Se non hai un cavo HDMI in casa, ti consigliamo comunque di utilizzare i cavi DisplayPort attivi invece.

 

Prodotti correlati 

4K Active DisplayPort to HDMI Cable

4K Active DisplayPort to HDMI Adapter

.

lascia un commento

Si prega di notare che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati